Uova di cioccolato: scopriamo qualcosa in più su questa dolce tradizione di Pasqua

Uova di cioccolato: scopriamo qualcosa in più su questa dolce tradizione di Pasqua

Pasqua – almeno dal punto di vista della tradizione – vuol dire anche uova di cioccolato! Ma come nasce l’abitudine di regalare uova di cioccolato durante questa festività?

Partiamo dall’uovo, quello di gallina. L’uovo ha sempre avuto per l’uomo un significato particolare legato alla vita, alla rinascita… un senso simbolico molto profondo.
L’uovo rappresenta quindi anche la resurrezione di Cristo (in senso più religioso) e la rinascita della natura (pensiamo alla primavera, la stagione in cui festeggiamo la Pasqua). La tradizione di diversi popoli vede nell’uovo decorato un importante simbolo pasquale e anche un dono… dall’uovo di gallina a quello di cioccolato il passo è stato breve e ben presto si è diffusa questa usanza che vede assieme alle colombe pasquali anche delle bellissime uova di cioccolato sulla tavola delle feste!

Le uova sono sempre incartate in maniera vistosa con fiocchi e carta coloratissima, proprio a richiamare la festa, la rinascita e la primavera. Inoltre le uova contengono sempre regalini e piccole sorprese, per questo sono molto utilizzate come doni pasquali ai bambini.

Qualche numero: che dimensioni ha questa usanza? Considerate che nel weekend di Pasqua il consumo di cioccolata aumenta del 45% e ogni anno vengono prodotte più di 91 miliardi di uova di cioccolata!

L’uovo di Pasqua più grande del mondo

L’uovo di cioccolata più grande al mondo è stato realizzato in Argentina durante il Festival del Cioccolato di Bariloche: creato da 27 pasticceri l’uovo pesava 4 tonnellate, era alto 8,5 metri e alto 5 metri.
Anche se il record appartiene all’Argentina anche l’Italia può vantare un uovo di cioccolato dalle dimensioni eccezionali! L’uovo più alto infatti sarebbe stato realizzato nel 2011 in Italia: alto quasi 10,5 metri!

E i coniglietti di cioccolato?

Spesso oltre alle uova vediamo in commercio molti coniglietti di cioccolato: il coniglio nella tradizione pagana simboleggia la fertilità ed è di buon auspicio quando, con la fine dell’inverno, la natura rinasce. Pensate che si stima ogni anno una produzione di circa 90 milioni di coniglietti di cioccolato pasquali e secondo una recente statistica il 76% delle persone mangia per prima cosa le orecchie! 😀

Non solo cioccolato

Abbiamo parlato delle uova e dei coniglietti di cioccolato ma dovete sapere che i dolci pasquali più diffusi in America sono in realtà i marshmallow!
I marshmallows sono in questo caso decorati a forma di uccellini, galline o coniglietti e colorati con tonalità primaverili.

Come riconoscere le uova di cioccolato di qualità

Tornando ora alle uova di Pasqua vogliamo concentrarci sul cioccolato: come riconoscere le uova di qualità? Quali ingredienti dobbiamo leggere nell’etichetta?

Secondo un articolo di Greenme.it (che vi invitiamo a leggere per ulteriori suggerimenti e consigli) prima di tutto dobbiamo considerare la percentuale di cacao: più è alta e meglio è.
Gli ingredienti che indicano un uovo di cioccolato di qualità sono invece, nell’ordine: cacao in polvere, burro di cacao (o pasta di cacao), zucchero, latte in polvere (nel cioccolato bianco e nel cioccolato al latte, assente invece nel vero cioccolato fondente), aromatizzanti naturali. Meglio evitare le uova di Pasqua la cui etichetta indica la presenza di oli vegetali diversi dal burro di cacao (quindi olio di palma, burro di karitè o burro di cocco).

Fonti: