Intollerante al lattosio? Non rinunciare al formaggio!

Intollerante al lattosio? Non rinunciare al formaggio!

Negli ultimi anni l’attenzione verso le intolleranze alimentari è aumentata molto e con essa anche la produzione di alimenti alternativi pensati per chi non può assumere determinate sostanze.

Tra le intolleranze più diffuse c’è sicuramente quella al lattosio tant’è che è ormai consueto trovare nel banco frigo del supermercato numerosi prodotti caseari “senza lattosio”.

Ma cos’è esattamente il lattosio?

Il lattosio è uno zucchero presente nel latte e quindi nei suoi derivati che per essere digerito viene scisso nei due zuccheri (glucosio e galattosio) da uno specifico enzima chiamato lattasi. Chi è intollerante al lattosio non produce questo enzima e quindi non riesce a digerire il lattosio andando incontro a sintomi anche gravi.

I formaggi senza lattosio

Ecco una buona notizia: non tutti sanno che chi è intollerante al lattosio non deve rinunciare a tutti i formaggi e optare solo per quelli pensati per chi soffre di questa intolleranza.

Ci sono formaggi molto comuni e tra l’altro deliziosi che non contengono lattosio (o lo contengono in quantità infinitesimali) se sottoposti a lunga stagionatura e che quindi – ovviamente mangiati sempre con moderazione – non causano fastidi a chi soffre di questa intolleranza. Quali sono?

  • Emmenthal
  • Fontina DOP
  • Groviera
  • Gorgonzola
  • Grana Padano
  • Groviera
  • Mascarpone
  • Pecorino molto stagionato
  • Provola affumicata e dolce

Abbiamo capito quindi che un formaggio ben stagionato è accessibile a chi è intollerante al lattosio e con lo stesso ragionamento invece dovrebbero essere evitati i formaggi freschi a pasta molle come ricotta, mozzarella, formaggi freschi da splamare, ecc.

E se il formaggio senza lattosio lo producessimo noi? Con il nostro corso sul formaggio fatto in casa è possibile e con le tecniche e i consigli del nostro maestro casaro sarete in grado di preparare dell’ottimo formaggio, anche senza lattosio!

Fonti: